giovedì 30 giugno 2016

13 artisti indie che hanno superato il milione di visualizzazioni su YouTube



Indie significa forse "di nicchia"? Non sempre: a volte un pezzo indipendente può sbarcare il lunario e diventare un successo pop pluri-condiviso sulla rete. Ultimo in ordine cronologico "Cosa Mi Manchi A Fare" di Calcutta.

Analizziamo 13 casi che hanno consegnato la musica indie alla gloria popolare su YouTube, superando il milione di visualizzazioni. Un'analisi che parte dal 2005, anno di fondazione della piattaforma di video-streaming.

NOTA METODOLOGICA: in caso di artisti che hanno più pezzi/video che hanno superato il milione di views, è stato preso in considerazione quello con più visualizzazioni.



2007 - IL MONDO PRIMA / TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI (La Tempesta) [6.350.000+ views]

Apre la classifica una band seminale dell'indie italiano degli ultimi 15 anni, non solo sotto il profilo musicale ma anche produttivo: il primo video a superare il milione di fan è una produzione de La Tempesta, collettivo discografico nato sette anni prima su iniziativa di Enrico Molteni, bassista dei TARM. E di pezzi de La Tempesta ne vedremo tanti in questa classifica, dato che rafforza la fama di etichetta più influente della musica indie e modello da emulare.





2008 - POP PORNO / IL GENIO (Cramps Music) [6.350.000+ views]

Uno dei primi grandi exploit dell'indie italiano, trasmesso su MTV diventa subito un caso grazie soprattutto all'ipnotico ritornello e alla voce sexy di Alessandra Contini, particolarmente ammiccante nel video dove balla vestita come una liceale. Oggi Gianluca De Rubertis ha intrapreso una strada parallela da solista.





2008 - DISTANTE / MEG (Multiformis) [1.290.000+ views]

La napoletana Meg si è fatta conoscere come voce femminile dei 99 Posse per poi fondare una propria etichetta (Multiformis) e intraprendere un fortunata carriera solista  segnata da un electro pop psichedelico.





2009 - VIENI A VIVERE / DENTE (Ghost Records) [1.000.000+ views]

Giuseppe Peveri, malinconico cantautore di Fidenza, viene lanciato nel 2006 dalla madre dei fratelli Ferrari (Verdena) e nel 2009 incide uno dei dischi più influenti del cantautorato contemporaneo: "L'Amore Non è Bello". Vieni a Vivere è una canzone che emana dolcezza, così come il suo video.





2009 - ANDATE TUTTI AFFANCULO / THE ZEN CIRCUS (La Tempesta) [2.270.000+ views]

L'indie italiano a differenza del mainstream può permettersi titoli ribelli corredati da "parolacce". La band pisana è sulla scena ormai da anni, ma questo pezzo diventa un inno generazionale carico di rabbia. In questo caso non c'è bisogno di un videoclip per superare il milione di views.




2009 - A SANGUE FREDDO / IL TEATRO DEGLI ORRORI (La Tempesta) [1.280.000+ views]

Altra band di primaria importanza per il rock italiano, questo pezzo riesce a raggiungere la fama pur parlando di un tema molto impegnato: il poeta ed attivista nigeriano Ken Saro-Wiwa, condannato a morte nel 1995. Chapeau.





2010 - CARA CATASTROFE / LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA (La Tempesta) [2.300.000+ views]

Il progetto musicale del ferrarese Vasco Brondi nasce nel 2007 e ha un grandissimo riscontro di pubblico e critica nel 2008 con Canzoni Da Spiaggia Deturpata. Il video di "Cara Catastrofe", che vede protagonista una ragazza dai capelli blu che balla nel quartiere tuscolano di Roma mentre ascolta musica in cuffia, è entrato subito nell'immaginario collettivo. E' l'inizio di una nuova era per l'indie italiano, fatto di versi sofferti e apparentemente disconnessi, parlati a volte gridati che denunciano il disagio delle nuove generazioni.





2010 - ME SO'MBRIACATO / MANNARINO (Leave Music) [7.600.000+ views]

Da busker sulle strade della Capitale, gli stornelli di Alessandro Mannarino vengono notati da Serena Dandini che lo lancia su Rai 3 nella trasmissione "Parla Con Me". Il successo è straordinario e Mannarino è l'artista indie di questa classifica che vanta più video oltre il milione di views.




2011 - LE COPPIE - I CANI (42 Records) [1.170.000+ views]

Altro punto di svolta per la musica indie italiana: dietro "I Cani" e una band che inizialmente si presenta col volto coperto di buste di carta si cela il progetto musicale di Niccolò Contessa che impone il suo sguardo nichilista e etimologico verso la società borghese, in particolare quella romana. I video su YouTube sono cliccatissimi e seguiranno altri album fortunati.




2012 - MI SONO ROTTO IL CAZZO / LO STATO SOCIALE (Garrincha Dischi) [2.000.000+ views]

Punta di diamante della Garrincha Dischi, fortunata etichetta bolognese fondata da Matteo Romagnoli che conquista soprattutto i seguaci più giovani dell'indie italiano attraverso un electro-pop festaiolo e scanzonato ma spesso impegnato nei temi. Ancora una volta, il titolo molto forte contribuisce a trasformare questo singolo in un inno generazionale che sa di ribellione.





2013 - ALFONSO / LEVANTE (INRI) - [2.000.000+ views]

Claudia Lagona, cantautrice di origine siciliana, è stata la scommessa vinta dall'etichetta torinese INRI. Talvolta ragazza acqua e sapone, talvolta rocker vagamente ribelle, con "Alfonso" riesce addirittura a conquistare le radio nazionali diventando un vero e proprio tormentone. Insieme a Meg unica donna solista in classifica.





2014 - L'UNICA / PERTURBAZIONE (Mescal) [2.700.000+ views]

Stavolta il traino è Sanremo: una band che da anni si è fatta apprezzare nei circuiti alternativi conosce il suo momento di gloria grazie a un pezzo raffinato che parla di donne, amore e conquista il pubblico nazionale.




2015 - COSA MI MANCHI A FARE / CALCUTTA (Bomba Dischi) [1.830.000+ views]

E' l'ultimo grande caso dell'indie italiano, forse il più eclatante. Perché Calcutta da Latina, al secolo Edoardo D'Erme, nasce come svampito cantautore rigorosamente lo-fi, cresciuto nei circuiti underground romani. Un giorno però decide di dare una veste "mainstream" ai suoi inni nostalgici di provincia e nasce un disco che segnerà per sempre l'indie e non solo. Il piccolo protagonista bengalese si erge a simbolo dei perdenti in questo fantastico video di Francesco Lettieri, che crea dipendenza come la canzone.