sabato 5 ottobre 2013

I 10 artisti indie italiani più seguiti su Twitter

Dopo aver evidenziato nel mese di luglio i 10 artisti indie più seguiti su Facebook e Spotify, in questo post analizziamo chi vanta un maggior numero di "followers" su Twitter.
Avevamo notato come su Facebook e Spotify i primi 10 artisti combaciavano perfettamente. In questa classifica notiamo invece tre new entry: la band rock pisana The Zen Circus, con il frontman Appino che quest'anno ha registrato un discreto successo con il suo progetto solista,  i Calibro 35 da Milano (rock strumentale anni '70 in salsa poliziottesca)  e il duo folk-rock alternativo palermitano Il Pan del Diavolo. Escono fuori dalla speciale classifica Nobraino, Lo Stato Sociale e Il Teatro degli Orrori.

Ricordiamo la nota metodologica: sono stati presi in considerazione soltanto artisti italiani che cantano in lingua italiana e non aventi un contratto di produzione (al massimo solo distribuzione) con etichette fanno parte della galassia delle majors Universal/EMI, Sony e Warner.


#1 ALESSANDRO MANNARINO [Leave Music]




#2 LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA [La Tempesta]




#3 DENTE [Ghost Records]



#4 AFTERHOURS [Germi]




#5 BRUNORI SAS [Picicca Dischi]




#6 TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI [La Tempesta]




#7 I MINISTRI [GodzillaMarket]




#8 THE ZEN CIRCUS [La Tempesta]




#9 CALIBRO 35 [Trovarobato]




#10 IL PAN DEL DIAVOLO [La Tempesta]




Curioso notare che gli artisti con più "cinguettii" siano Le Luci della Centrale Elettrica seguiti fa Il Pan del Diavolo, mentre i meno attivi sono I Ministri. Un solo "following" per I Tre Allegri Ragazzi Morti, mentre decisamente più aperto al contatto con altri profili Le Luci della Centrale Elettrica con quasi 900 "following".

Nota: sono stati esclusi da questa speciale classifica  Elio e le Storie Tese (ampiamente più seguiti con più di 180.000 followers), che dal 2008 si autoproducono con la propria etichetta Hukapan. Gli Elii sono una band peculiare rispetto all'indipendente qui descritto, avendo conquistato fan nella loro gloriosa storia spesso e volentieri attraverso canali media mainstream, televisione in primis.

Dati aggiornati al 05/10/2013